POETI IN BIBLIOTECA

La rassegna “Poeti in Biblioteca – Poesia a portata di mano” nel suo appuntamento performativo di chiusura della II edizione, ci porterà “fuori” e non solo metaforicamente! Usciremo dalla Biblioteca, scegliendo come cornice dell’incontro la splendida villa Borri Manzoli che già lo scorso anno ci aveva ospitato, ma anche idealmente fuori dai confini nazionali trasportandoci nella Terra del Sol Levante.
Infatti, dopo una serie di incontri con poeti e artisti italiani del territorio, il prossimo 9 maggio ospite di questo speciale appuntamento sarà Yoshiko Kubota, artista giapponese impegnata in Italia nel diffondere la cultura e l’arte antica che caratterizzano il suo Paese (potreste averla già incrociata in una delle sue performance all’interno del famoso e itinerante Festival dell’Oriente).
Mentre l’artista leggerà e racconterà alcuni Haiku e Waka, poesie tipicamente giapponesi, in abiti tradizionali e dipingerà con dei lunghi pennelli, il maestro Luca Matteucci del Dojo Fudoshin di Cornaredo insieme ad alcuni suoi allievi di Spada Giapponese, si esibirà in dimostrazioni tecniche.
Sarà una serata di forti contrasti: in Italia, in una villa d’epoca a testimonianza del glorioso passato, non solo corbettese si incontra la tradizione nipponica, grazie alla delicatezza di Yoshiko Kubota e alla marzialità dei Samurai, in un dialogo tra la poesia, l’arte visuale e la più antica scuola di scherma tradizionale giapponese, il Tenshin Shōden Katori Shintō-ryū, patrimonio culturale nipponico. In un tutt’uno propriamente orientale, saremo immersi tra l’arte della parola, del linguaggio scritto e orale e l’arte dei movimenti del corpo.
A condurre la serata sarà come sempre Luisa Cozzi, Direttore Responsabile di Poetando Video Poesia, ideatrice e conduttrice di format e programmi culturali, ma soprattutto grande amica della Biblioteca di Corbetta

 

Poesie a portata di mano

Incontri condotti da Luisa Cozzi

La poesia contemporanea torna a scaldare i cuori della Biblioteca di Corbetta: a gennaio 2024 avrà inizio la seconda edizione della rassegna “poeti in Biblioteca”.
L’assessore alla cultura Antonella Cislaghi ha mantenuto la promessa fatta lo scorso aprile al termine del primo ciclo di incontri, di dare seguito all’iniziativa: «la prima edizione di Poeti in Biblioteca non solo ci ha avvicinato alla bellezza della poesia, ma ci ha fatto conoscere artisti di grandissima umanità, lontani anni luce dall’idea preconcetta del letterato chiuso nel suo studiolo. I poeti che abbiamo incontrato ci hanno dimostrato che la poesia sa parlare della contemporaneità regalandoci squarci di verità. Il sottotitolo scelto quest’anno “Poesia a portata di mano” evidenzia la totale accessibilità degli incontri che non sono riservati a letterati o a studiosi ma aperti a tutti coloro che si vogliono far stupire dalla bellezza».
Ad aprire la rassegna sarà l’opera poetica di Alda Merini raccontata da Ave Comin tra i massimi esperti della poetessa dei Navigli. Nel corso della serata interverrà con letture ad alta voce l’attrice Roberta Turconi.
Come lo scorso anno, un incontro sarà dedicato alla poesia in dialetto lombardo: a febbraio saranno ospiti Marco Bellini e Edoardo Zuccato che presenteranno la raccolta “ Muri a secco” un audace esperimento di traduzione in lombardo di poesie scritte da poeti italiani, provenienti dalle differenti regioni .
A marzo sarà poi la volta dell’allegria di Marco Ardemagni,  autore televisivo e conduttore radiofonico di lungo corso, ma anche poeta dallo stile ludico e sperimentale. Una serata che riserverà molte sorprese!
Come in precedenza,  la rassegna si concluderà con un incontro speciale al di fuori della biblioteca, ospitato in Villa Borri Manzoli. Eccezionale anche nel contenuto perché sarà dedicato all’arte giapponese ed alla sua bellezza tra poesia, calligrafia, pittura e l’arti marziale considerata più rappresentativa del Giappone. Ospite della serata l’artista del Sol Levante Yoshiko Kubota e gli allievi di Spada Giapponese del Dojo Fudoshin di Cornaredo guidati dal Maestro Luca Matteucci.
L’assessore Cislaghi rivolge un particolare ringraziamento a Giuseppe Cafiero, proprietario di Villa Borri Manzoli, che anche quest’anno ha messo a disposizione la residenza per regalare una preziosa cornice alla serata finale.
Un altro ringraziamento di cuore da parte dell’amministrazione va a Luisa Cozzi che ha offerto un prezioso aiuto per l’organizzazione della rassegna e che modererà tutti gli incontri.

Qui sotto il calendario completo

25 gennaio, 20.45 Biblioteca Comunale

Viaggio nel mondo della poetessa dei Navigli

ALDA MERINI RACCONTATA DA AVE COMIN

con lettura delle poesie a cura dell’attrice Roberta Turconi

Ave Comin:  studiosa esperta di Alda Merini, ha dedicato parte della sua vita a incontrare i giovani per parlare della grande poetessa dei Navigli; la Comin è stata per lungo tempo responsabile dello spazio Alda Merini a Milano dove tutt’ora ospita i turisti che vogliono conoscere e vedere alcune “cose” della poetessa milanese, compresa la sua camera da letto

Roberta Turconi: attrice professionista, insegna dizione in diverse scuole di teatro e dedica il tempo che le resta a interpretare poesia dei grandi autori italiani, accompagnata dal maestro Paolo Porvasi che musica i pezzi; insieme formano i Poeticanti

29 febbraio, 20.45 Biblioteca Comunale

Il lombardo in poesia

MURI A SECCO: POESIA ITALIANA TRADOTTA IN MILANESE

Con Marco Bellini, poeta, ideatore e curatore della raccolta “Muri a secco” e Edoardo Zuccato, poeta e docente di lingua e letteratura inglese che ha messo in lombardo le poesie contenute nella raccolta.

28 marzo, 20.45  Biblioteca comunale

Irrimediabilmente rime e ultime notizie sulla Rosetta

POESIA A PEDALATA ASSISTITA

Con Marco Ardemagni, autore ed affabulatore radiofonico, dal 1997 conduce, su Rai Radio2, programmi preceduti dal suffisso Cater, attualmente Caterpillar AM in onda all’alba. A lungo anche autore TV. Presenta e organizza eventi culturali.

9 maggio 20.45  Villa Manzoli

Haiku-Waka narrazioni sulla poesia giapponese

IL GIAPPONE IN ARTE

Con Yoshiko Kubota artista giapponese impegnata in Italia nel diffondere la cultura e l’arte antica che caratterizzano il suo Paese; mentre lei leggerà e racconterà alcuni Haiku e Waka (poesie tradizionali giapponesi) in abiti d’epoca e dipingerà con dei lunghi pennelli, sullo sfondo il maestro Luca Matteucci del Dojo Fudoshin con i suoi allievi di Spada Giapponese si esibiranno in alcune tecniche e pratiche

LUISA COZZI
Corbettese d’adozione, laureata in Scienze della Mediazione linguistica, Luisa Cozzi è direttrice, ideatrice e conduttrice di format e programmi sulla poesia in tv, radio e web. Sarà lei a instaurare un vivace dialogo con Balocchi per quella che siamo certi sarà una serata non solo di arricchimento culturale ma anche di parole che faranno vibrare il cuore.